lunedì 6 ottobre 2014

Incidente a Bianchi, da ospedale Yokkaichi no comment su condizioni

Le condizioni di salute di Jules Bianchi, il 25enne pilota della Marussia in fin di vita dopo l'incidente al Gp del Giappone, restano un argomento tutto interno al Mie General Hospital di Yokkaichi, l'ospedale dove il francese è stato operato al cervello per ridurre l'ematoma alla testa causato dallo schianto
contro la ruspa che stava recuperando l'auto di Sutil. Come riporta Il Fatto Quotidiano, dal centro medico giapponese, infatti, non filtrano commenti sul quadro clinico di Bianchi, né sono previsti bollettini medici in giornata. La Fom di Bernie Ecclestone, infatti, ha imposto a tutti di non trasmettere nessun fotogramma "forte" dello scontro: né quelli delle televisioni, né tanto meno quelli della camera car montata sul casco del pilota. Succede così sin dal 1994, ovvero dall'incidente che costò la vita ad Ayrton Senna a Imola. Questioni di privacy e motivi legali. Dell'incidente di Bianchi, però, non sono state diffuse neanche le immagini dell'impatto con la ruspa: secondo il quotidiano la Repubblica questa mancanza sarebbe dipesa da un errore tecnico della regia giapponese. Secondo quanto scrive L'Equipe, "è impossibile sapere se Jules ha trascorso una buona notte, se sia stato operato una seconda volta o se sia in coma, artificiale o no, o se respira da solo o meno". Anche la Marussia, la scuderia per cui corre Bianchi, ha preferito non diffondere alcuna notizia sul suo pilota.  Aggiornamento dicembre 2014: il quadro clinico di Jules Bianchi "resta stazionario e invariato".




Nessun commento:

Posta un commento