martedì 20 ottobre 2015

Gp Usa, Pirelli: otto decimi di differenza tra Medium e Soft ad Austin

Inaugurato nel 2012, il Circuito delle Americhe è la 10ª location americana ad aver ospitato un Gran Premio di Formula Uno negli Stati Uniti e, sin dal suo esordio, ha dimostrato di essere estremamente popolare. La pista è ben nota per i suoi spettacolari cambi di pendenza, fino a 40 metri, e
per la particolare Curva 1, un tornante al termine di una salita ripida. Il circuito presenta inoltre un’ampia varietà di curve che riassumono alcuni dei migliori elementi di altri tracciati. Il clima è variabile, con temperature tendenzialmente calde al pomeriggio ma che tendono a  diminuire di sera, rendendo abbastanza difficile una lettura accurata delle condizioni della pista. Anche quest'anno, come nel 2014, Pirelli ha scelto di portare la combinazione medium-soft. Paul Hembery, Direttore Motorsport Pirelli: "Il circuito è sfidante per gli pneumatici, per questo abbiamo deciso di portare gomme medium e soft: una combinazione abbastanza versatile in grado di far fronte alle diverse richieste del tracciato e alle condizioni meteo variabili". In totale il tracciato ha venti curve di vario tipo, compresa una difficile curva in salita (Curva 1). Si gira in senso antiorario. Nelle curve la pista è particolarmente larga per favorire traiettorie diverse e fornire maggiori opportunità di sorpasso. Per il 60% del tracciato l’acceleratore è al massimo mentre ci sono dieci frenate: in media con gli altri circuiti. La differenza di prestazione prevista tra le due mescole è di 0,8 secondi al giro.



Via: Pirelli

Nessun commento:

Posta un commento